Tv in pillole #2 -Film-

200

Ben ritrovati, Booklovers! Finalmente sono riuscita a trovare un attimo di tempo per scrivere il secondo numero della rubrica Tv in pillole, nella quale riassumo, fornendovi una mini recensione, film, telefilm e anime visti, a cadenza mensile o bisettimanale. Dal primo numero di Tv in pillole, che potete trovare qui, è passato ormai circa un mese e devo dire che questa volta ho parecchio materiale per i miei standard. Per questo motivo ho deciso di dividere eccezionalmente  l’articolo in due parti, trattando separatamente i film ed in seguito i telefilm e gli anime.  

FILM

200

La ragazza del treno [4/5]

Come ben sapete ho letto il libro da cui è tratto il film, che mi è piaciuto molto e di cui potete trovare la mia recensione qui. Sono andata al cinema per vedere La ragazza del treno in occasione dell’iniziativa Cinema2day che, vi ricordo, permette di guardare qualsiasi film a soli due euro il secondo mercoledì del mese. Ebbene, anche il film non mi ha delusa. Tralasciando alcune diversità che sono spesso inevitabili passando da libro a trasposizione cinematografica, il film non è niente male. Emily Blunt è perfetta per interpretare il ruolo di Rachel e anche le altre due attrici principali sono adeguate alla parte, anche se forse la Megan del film è un po’ troppo giovane. Gli uomini, invece, non mi hanno fatto impazzire. Me li immaginavo diversi e soprattutto il terapista, Khamal, ha subito un imbarazzante cambio di etnia: da arabo è diventato sudamericano conservando però un nome che non si adegua alla nuova identità culturale. Parlando di ambientazione, questa è stata spostata dall’Inghilterra agli Stati Uniti, ma il cambiamento non dà poi così fastidio. Piuttosto il personaggio di Anna mi è sembrato un po’ poco sviluppato rispetto al libro e soprattutto non ne è stata raffigurata la vena estremamente paranoica che invece si evince dal romanzo. Per concludere, il finale mi è sembrato un po’ affrettato, non permettendo allo spettatore di osservare appieno l’evoluzione del personaggio di Megan. Peccato, inoltre, che non abbiano inserito la filastrocca con cui inizia il libro. Ad ogni modo, passando sopra a tutti questi dettagli da purista, il film è davvero ben fatto.

2001

Pets [5/5]

Anche in questo caso sono andata a vedere Pets nel giorno del Cinema2day e vi dirò di più: vado al cinema solo in tale occasione visto che non adoro particolarmente i film. La nuova pellicola della Illumination Entertainment mi è piaciuta molto. Gli animali sono adorabili e il film risulta divertente e per nulla noioso, inoltre la trama non è poi così statica come molti affermano. Se siete mamme o papà di amorevoli bimbi pelosi dovete assolutamente andarlo a vedere: troverete divertenti e accurate gag riguardanti la vita di tutti i giorni trascorsa in compagnia dei vostri pelosetti, con un finale che vi scalderà il cuore. Una piccola nota: ho notato un errore nel doppiaggio, ovvero l’utilizzo di “aggradirebbe”invece di “aggraderebbe”. Come sono pignola… 😀

fullsizephoto607281

Scomparse [2/5]

Netflix, vietato ai minori di 14 anni. Anni ’30: una ragazza viene mandata in un collegio/sanatorio. Lì scopre che alle sue nuove compagne di scuola succedono strane cose… Inizialmente il film è intrigante e delicato, presentando bellissimi e poetici scenari e giovani attrici che non posso che definire deliziose. Tuttavia con il procedere della storia la pellicola peggiora, arrivando quasi a scadere nel cattivo gusto in alcune scene. A ciò si somma un finale insulso e scadente. Assolutamente un no secco.

2002 Wolf children [3/5]

Netflix. I protagonisti, Ame e Yuki, sono due bambini apparentemente normali, che conducono una vita semplice con la madre Hana. Ma in realtà celano un segreto cruciale: il loro papà è un licantropo sparito misteriosamente e i bambini condividono la sua terribile eredità metamorfica… Come educarli? Iniziamo con lo stile di disegno. Mentre i paesaggi sono stupendi e mozzafiato, il character design risulta, ai miei occhi, abbastanza scialbo. La parte iniziale del film è molto dolce, permettendoci di fare la conoscenza dei due fratellini lupo, davvero tenerissimi. É stato bello vedere la solidarietà che si viene a creare tra i protagonisti e la gente di campagna, dove madre e figli si trasferiscono per mantenere il riserbo sulla natura dei bambini lupo. Purtroppo però la parte finale non mi ha convinta, forse per l’eccessiva lunghezza, di ben due ore. Inoltre non mi ha per niente commossa mentre con questo genere di film pensavo, e quasi volevo, versare qualche lacrima.

2003

La leggenda di Sleepy Hollow [3/5]

Carino, ma niente di più. Ho apprezzato i paesaggi e le ambientazioni gotiche molto adatti per Halloween, ma per il resto il film non ha colpita particolarmente. Anzi, in alcuni momenti mi sono addirittura annoiata. Ho trovato gli effetti speciali  scadenti ed il tutto molto infantile.

pretty-thing-polly

Sono la bella creatura che vive in questa casa [2.5/5]

Netflix. Un’infermiera che si spaventa facilmente si ritrova a dover assistere una scrittrice di storie horror malata, in una casa infestata dai segreti. Ho visto questo film insieme ad un’amica la notte di Halloween. Paura me l’ha fatta, tanto che più volte mi sono ritrovata ad urlare. Riesce ad inquietare tramite ciò che non si riesce a vedere, senza dover mostrare sangue o scene particolarmente crude. La parte iniziale del film è misteriosa e poetica, inoltre i monologhi della protagonista sono molto profondi e libreschi, come se fossero stati presi da un romanzo. Purtroppo però anche in questo caso il film è sceso di livello andando verso il finale, che risulta poco chiaro e deludente. Mi aspettavo, infatti, una rivelazione più consistente di quella che viene svelata allo spettatore.

uomoperbene_hp

L’uomo per bene [3/5]

Documentario, Netflix. Nuovi documenti appena ritrovati rivelano il lato umano di uno dei killer più spietati della storia: Heinrich Himmler, l’architetto della “Soluzione Finale”. É stato interessante vedere la storia con gli occhi di uno dei carnefici, attraverso un racconto epistolare svolto dallo stesso Himmler, ma niente di più. Riguardo al tema dell’Olocausto ho apprezzato di più e ho trovato nettamente più interessante Auschwitz, il documentario di più episodi realizzato dalla BBC, disponibile sempre su Netflix.

Allora Booklovers, avete visto questi film? Cosa ne pensate? A presto con la continuazione di Tv in pillole #2.

∼Melisandre

 

Annunci

21 pensieri su “Tv in pillole #2 -Film-

  1. Vittorio Tatti ha detto:

    “La ragazza del treno” vorrei proprio andare a vederlo, anche se ho già in lista “Ouija” e “Genius”: spero non li levino dalla programmazione prima che mi decida di scendere a Genova.

    Liked by 1 persona

  2. Giusy P. ha detto:

    Pets l’ho visto anch’io ed è delizioso **
    La Ragazza del treno speravo di vederlo mercoledì scorso e l’unica volta in cui potevo approfittare del cinema 2day mi è venuta l’influenza, sigh. Comunque lo vedrò più avanti, credo, così ne approfitto per leggere il libro!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...